Castello Mediceo

Ultima modifica 6 aprile 2022

Il Castello è uno dei monumenti più significativi del tardo medioevo melegnanese e lombardo. La massiccia costruzione rimane il ricordo e il simbolo dell'epoca viscontea. Ha una pianta quadrilatera a forma di U. In origine sembra presentasse pianta quadrilatera con quattro torri con all'interno un ampio cortile.

Il “receptum” edificato nel 1243 è stato ampliato da Matteo I Visconti e con Bernabò assunse la tipica struttura a quadrilatero con alte torri angolari. Nel 1512 il castello passò al marchese Brivio e nel 1532 a Gian Giacomo Medici della famiglia di Nosigia di Milano, trasformando il borgo di Melegnano in marchesato. Nel 1981 i Medici vendettero il castello alla Provincia di Milano, che due anni più tardi, con una permuta, lasciò alcune sale all’Amministrazione comunale di Melegnano. Nel 1998 iniziò il restauro dapprima delle aree circostanti e poi delle sale, con gli affreschi realizzati nella metà del XVI secolo. La riapertura dell’edificio avvenne nell’ottobre del 2001 e in occasione della Fiera del Perdono successiva fu inaugurata la civica raccolta intitolata a Don Cesare Amelli (1924-2002).


Visite guidate organizzate dalle Guide Storiche Amatoriali della Pro Melegnano - Pro Loco.
Per prenotazioni  scrivere all'indirizzo mail: prolocomelegnano@gmail.com
Consultare il sito www.prolocomelegnano.it


 

Foto di Adriano Carafoli. Tutte le fotografie sono soggette a copyright.
(E' vietato l'uso delle immagini contenute in questa pagina - per un utilizzo autorizzato contattare l'Ufficio Cultura del Comune di Melegnano).

Castello


Castello -ala lunga


Castello - lato sud-est


Castello - lato sud-ovest


Rivellino + ponte


Scalone affrescato


Sala Imperatore


Sala Imperatore - Colonia


Sala Battaglie - cappa camino


Stemma Marzia Orsini


Stemma Sforza


Sala Stagioni - Giano


Nave con motto


Sala Ercole - museo


Sala Ercole - museo

Riapertura Castello
Allegato formato pdf
Scarica